Si è appena conclusa ProWein 2018, la manifestazione di riferimento per il business del vino, divenuta nel corso degli anni indispensabile per importatori, commercianti, ristoratori e professionisti del settore. La fiera di Düsseldorf è una finestra su tutte le regioni vinicole del mondo, in questa edizione ben rappresentate dai 6.870 espositori provenienti da 64 Paesi diversi.

Da anni, ProWein è per Enoitalia un appuntamento irrinunciabile per incontrare i buyer internazionali della GDO e presentarsi come azienda di riferimento nel panorama del vino italiano. La nostra è una realtà vinicola solida e in continua crescita, moderna e capace di promuovere l’intero patrimonio vinicolo italiano: questi sono i valori che vogliamo trasmettere. E per questo abbiamo deciso di presentare alcuni vini contraddistinti da una spiccata attenzione verso la territorialità e da un forte spirito innovativo.

I vini di Enoitalia presentati a ProWein 2018:

  • Alberto Nani Prosecco DOC Organic, un nostro vino di punta: un prosecco biologico prodotto con le uve dei vitigni autoctoni di Treviso, senza pesticidi e insetticidi per preservare il territorio e favorire la biodiversità.
  • Gemma di Luna, una linea che incontra i gusti del bevitore giovane e moderno. A Prowein 2018, oltre al Moscato, è stato portato il Pinot Grigio delle Venezie, sempre all’interno della riconoscibile e innovativa bottiglia verde acqua.
  • Lignum Vitis, un Frappato-Shiraz che si fa portavoce dei traguardi dell’eccellenza italiana. Questo concept wine è ispirato alla scoperta delle onde gravitazionali ed è il primo ad avere un’etichetta in puro legno.
  • Terra Venetica, una linea biologica di vini della Valpolicella, attenta alle peculiarità del territorio. Proprio per valorizzarne la provenienza, l’etichetta di questi prodotti riporta alcuni caratteri dell’alfabeto venetico, uno dei più antichi d’Europa. A ProWein sono stati portati un Amarone della Valpolicella DOCG e un Valpolicella Ripasso DOC.