Home > Prosecco Rosé

Prosecco Rosé

Quella del vino rosé non è proprio una moda del momento: lo conferma anche l’arrivo del Prosecco rosé DOC in Italia, che genererà in prospettiva un nuovo vantaggioso volano per l’economia del Paese.

enoitalia voga prosecco rosé

È nato il Prosecco Rosé DOC

Da disciplinare, il Prosecco rosé può essere solo millesimato (ovvero da singola annata, senza blend di annate precedenti), e di conseguenza dovrebbe porsi leggermente sopra la media di prezzo del “normale” Prosecco DOC. L’uvaggio prevede in prevalenza Glera, l’uva base del Prosecco, con una quota del 10-15% di Pinot Nero con indicazione in etichetta dell’annata. Il disciplinare impone anche un affinamento di almeno 60 giorni prima che possa essere messo a disposizione del consumatore. Inoltre:

  • L’immissione sul mercato sarà possibile dal 1 gennaio successivo alla vendemmia.
  • La componente zuccherina permetterà di classificarlo tra i vini “da brut nature a extra dry”.
  • Il colore dovrà essere “rosa tenue più o meno intenso, brillante“, la spuma persistente.

I vini rosati nel mondo

Sui mercati internazionali, il vino rosé ha un grande successo che parte da lontano e proprio nel paese d’elezione dei rosati: la Francia. Nel 2018 il il pubblico d’Oltralpe ha consumato il 31% in più di rosé in un crescendo a passo da record sia con gli champagne che con i vini fermi. Sicuramente la crescita più importante per il consumo di vini rosati arriva dagli USA, con un +23,3% registrato nel 2018.

L’arrivo del Prosecco rosé DOC – con l’obiettivo di produzione di 15-20 milioni di bottiglie per il 2020 – può dare una spinta non indifferente alla produzione italiana di rosati, che oggi rappresentano il 10% circa degli oltre 20 milioni di ettolitri imbottigliati ogni anno nel mondo. Poco più del doppio di quanto ne fanno nella sola Provenza (5,5%), e poco più di un terzo del totale francese (28%).

10
Produzione italiana di vini rosé
20
Profitti italiani legati al rosato ($$)
1
Francia
2
Italia
3
USA
enoitalia voga prosecco rosé

Anche Stati Uniti (17%) e Spagna (15%) producono di più dell’Italia. E lo stesso discorso potrebbe valere anche in termini di consumi. Perché se nel 2018 il 36% dei vini rosati finisce in calici francesi, il 15% in quelli statunitensi, il 7% in quelli tedeschi e il 5% in quelli italiani, ecco che l’avere un prodotto forte, famoso e riconoscibile, potrebbe cambiare lo stato delle cose. E non solo in Italia, ma anche in paesi come Germania e, soprattutto, Stati Uniti. Perché il forte consumo interno limita la Francia (14% dell’imbottigliato) proprio alla voce esportazioni, tanto che oggi a dettare il passo è la Spagna con il 42%.

All’estero il vino rosato è molto apprezzato soprattutto negli Stati Uniti, dove la produzione nel 2019 ha toccato i 227 milioni di dollari, e in Francia (217 milioni). In Italia i profitti legati al rosato si sono attestati soltanto intorno ai 20 milioni di dollari e questo denota che le opportunità sono molto ampie. Dei 486 milioni di bottiglie prodotte di Prosecco, circa l’80% prende la via dell’export e, grazie al riconoscimento europeo, si stima che le vendite troveranno maggiore stimolo e vigore in questo ultimo trimestre del 2020. Il Prosecco rosé potrebbe rivelarsi molto interessante per il consumatore negli USA e UK, facendo anche crescere la base di consumatori per gli spumanti in generale. Se nel Regno Unito, infatti, il 48% dei consumatori ha bevuto Prosecco e il 45% gustato un vino rosé frizzante, negli USA il 50% almeno una volta all’anno ha bevuto vino rosato e un 46% Prosecco.

80
Export Prosecco

Il Prosecco rosé DOC di Enoitalia

È VOGA Italia, brand storico di Enoitalia venduto in 80 Paesi, ad accogliere il primo Prosecco rosé DOC dell’azienda. Le bottiglie iconiche della linea suggeriscono uno stile di vita elegante e ricercato che ben si adatta al nuovo vino e all’idea del bere di qualità.

voga prosecco rose

Vuoi saperne di più sul Prosecco Rosé? Contattaci e ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno su questo vino.


Acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità indicate nell’Informativa Privacy e per il compimento di ricerche di mercato, invio materiale pubblicitario e attività promozionali di Enoitalia S.p.A.

* Campo obbligatorio